8:00 - 9:00

Mon - Fri

+91 95668 08405

For Appointment

Proiezione piuttosto difettoso giacche ha del salvabile unicamente nell’interpretazione di alcuni dei coraggiosi attori.

Voti e commenti contro L’ultimo ultras, 17 opinioni inserite

In cortesia lontano da me il proporre attuale pellicola all’oscar, bensi per 40 anni ne ho visti assai ma alquanto peggio.Un po’ ingenerosa questa mezzi di comunicazione.

Il incognita unitamente i pellicola di Calvagna e in quanto sono fatti con un bilancio bassissimo poi ne risente la buona conseguimento del proiezione presente sopra caratteristica poteva avere luogo un ottima strato perche il individuo e bene e tuttavia i difetti regge ricco e non annoia. e fedele la recitazione e pessima e corrente influisce assai. Un sei d’incoraggiamento ci sta dai.

L’autore-regista-protagonista offre, probabilmente, la sua peggiore controllo in tutti e tre i ruoli. Recitazione biascicata e fondo tono, regia maldestra e ormai dilettantesco, copione superficiale. Ne esce facciata una film parecchio noiosa, animata soltanto da qualche patetica tafferuglio con improbabili tifoserie.Insomma, nel difficile L’Ultimo Ultras e un’opera davvero ordinario. Spero che durante Calvagna si tratti solo di un triste disgrazia di prassi.

Sbaglio, perche un lungometraggio grazioso su corrente paura sarebbe pero interessante.corrente purtroppo e ingodibile. Tre

ci sarebbe da celebrare “no comment”. eppure calvagna sta bene? perche un pellicola del varieta che fai verso commentarlo. e appena sparare sulla preoccupazione rossa. il tre e di stima perche prossimo film dello stesso regista varieta “il lupo” pur non essendo capolavori, si sono lasciati sognare.

Recita pessima, girato peccato e pretesto inverosimile. e con il umanita ultras c’entra poco! Siamo messi colpa nell’eventualita che attuale e il cinematografo italico.

In mezzo a i eccetto riusciti lungometraggi di Calvagna, unione a Il lupo; il pellicola e artefatto, mal recitato, noioso, per tratti complicato, bensi ad tutti maniera oltre a oppure eccetto si lascia assistere sino alla sagace.

Armonia l’incontro tra il organizzatore e Schevcenko.

Un proiezione giacche parte proprio sofferenza nelle premesse, nella pretesto, nello miglioramento e nella finale della stessa, risultando assai arrogante, mal aperto, mal raccontato.

Un espediente buca nell’acqua, purtroppo, nella velocita di attuale adatto regista italico.

Da popolare esperto di zampata e cinema che razza di sono non posso che lodare ogni prova di “matrimonio” con queste mie paio passioni. Verso volte il sposalizio riesce mezzo nel casualita del giocoso “L’allenatore nel calcio” oppure del difficile “Ultrа”. altre volte anziche il nozze genera un sincero e particolare disastro come in presente casualita. Il lungometraggio di Calvagna и un sconfitta totale, le uniche cose giacche si salvano sono le prime 5 studio letterario del famiglia dell’attore/regista. CALV. affinche possiamo sfruttare a causa di il decisione fine del pellicola cioe TORMENTO. Per primis effettivamente di football dato che ne parla attraverso 3 min. indi il rimanenza и una classe di fiction sulla cintura del protagonista, sopra secundis (maniera direbbe Canа) tutto il reperto. le 2 oppure 3 rissette fra tifosi sembrano una prova di Giochi privo di Frontiere, i dialoghi sono ai limiti del assurdo durante non parlare della recita. vi dico semplice che il miglior ipocrita del lungometraggio и Shevchenko. Dulcis sopra fundo un terminale perche и un ingiuria all’intelligenza umana, tanto faceto ed incredibile perche sarebbe abbondante di nuovo verso Beautiful. “L’Ultimo Ultras”. di Ultras ha semplice la sporcizia e verso quanto riguarda “L’Ultimo”. bи, sicuramente corrente и l’ultimo film di Calvario/Calvagna cosicche guardo!

Ordinario, non sono un capace di regia, fotografia, inquadrature pero mi sono sembrate alquanto pero tanto superficiali. La scusa non si sforza di vestire un minuscolo di stima e diventa superficiale e ridicola, il zampata e gli ultras diventano contesto e non questione principale. Dato non ti fa mitigare si riesce verso seguire moderatamente tuttavia e una grande situazione sprecata verso combattere una tematicha autorevole ed attraente. Lungometraggio da inesperto.

“L’ultimo Ultras” di Stefano Calvagna (attore e direttore allo in persona eta) и una film in quanto si basa sul ripulito del colpo, del fanatismo (ed nell’eventualita che per volte il movimento Ultras funge solo da bordura ad una racconto verso cornice drammatico affinche, sfortunatamente, in sistema fortuito, cade nella banalitа.); il protagonista del proiezione per uso и scappato dal adatto passato e con un aggiunto assegnato cercherа di stare costantemente nel proprio “mondo” ossia quella degli Ultras e si “intrufolerа” in mezzo gli spalti di altre tifoserie…

Stefano Calvagna confeziona un proiezione parecchio grossolano, il tema potrebbe abitare avvincente ma la adattamento e gli attori sono un pesantissimo handicap.Partendo dalla inganno possiamo vedere tutta la poverta di attuale proiezione, la racconto и davvero improbabile, con il eta il compiutamente diventa adesso piщ assurdo sfiorando il paradossale; alcuno per tratti “L’ultimo Ultras” riesce verso danneggiare gratitudine alla drammaticitа (forzata) e in fin dei conti lo ascoltatore giocoforza si affezionerа al star, eppure di piu codesto pallido stima il lungometraggio non entusiasma tantissimo arrivando ad un fine chiusa immensamente controsenso e pronto (quasi da fiction!); и sterile manifestare giacche periodo plausibile adattarsi di superiore, Denoto una raggruppamento incresciosa di negativitа e pochissime positivitа, circa tutte il andatura sufficientemente sostenuto.Anche metodologicamente il film и da rimproverare, la direzione artistica non riesce minimamente a fare unito liquidazione di praticita nelle zuffe e inoltre ed la scatto non и perfetta.

Strato giacche ha goduto di una discreta pubblicitа, tuttavia maniera pieno accade unitamente direzione artistica e attori di terza/quarta zona adattarsi incassi e accorgersi voce и un’impresa…

non so nell’eventualita che chiamarlo proiezione,cmq e sicuramente ridicolo..forse nemmeno una fiction e dunque scarsa per corrente lungometraggio;talmente buffo che durante certi casi mi ha accaduto e sghignazzare. scontri ridicoli..da cittadina e 2 minuti interrogativo complesso il proiezione,il star e tutta la combriccola con qualsiasi dislocazione eta una vera e propria recita,quando dico giacche il cinema italico e imperfetto non mi sbaglio..consiglio di vederlo quantita farvi paio risate.

un film, nell’eventualita che cosi si puo conferire, scialbo. Culmine di conformismo, attori cani (calvagna durante primis) dialoghi assurdi e dulcis in fundo musiche oscene.Dispiace perche proiezione modo the football factory, this is england ovverosia cass, solitario attraverso indicare gli ultimi incontri con herpes anni, dimostrano come come realizzabile comporre cinema di caratteristica sul genere unitamente pochi mezzi.

Proprio l’ammissione di aver guardato attuale film ni provoca confusione.

Una fatto privato di responsabile ne colonna, girato in una anniversario (considerato il composizione, agghiacciante).

Un dazio insipido alla tifoseria piuttosto becera (lo identico attore/regista/factotum e attrezzo di DASPO e ben noto alle forze di pubblica sicurezza).

Non riesco ad capire cosa possa muovere una produzione per tirar facciata un pellicola del qualita (oppure, meglio, ci riesco benissimo pero me ne vista bene, non vorrei mi mandassero una troupe a causa di svelare in quanto ho i calzini turchesi) .

Da evitare per tutti i costi.